banner malwarebytes

Spam

Come eliminare lo spam nelle e-mail

0
Non c'è dubbio che la posta elettronica abbia già occupato gran parte dell'attività online delle persone in questi giorni. Ora è il principale punto di partenza per la registrazione a vari siti Web e risorse. Qualsiasi utente di Internet ha almeno uno, se non molti indirizzi e-mail registrati e utilizzati per vari scopi, che si tratti di una comunicazione da persona a persona, di ricevere diverse newsletter, aggiornamenti o semplicemente come strumento di autenticazione a due livelli per il log- nelle misure di sicurezza. Sebbene tutto ciò suoni davvero utile, c'è un lato oscuro in questo: un'enorme e nuova opportunità per i criminali informatici di fornire agli utenti contenuti illegittimi e intenzionalmente dannosi. Tale fenomeno è noto come e-mail spam. Molti servizi di posta elettronica sviluppano sempre nuovi e migliorano algoritmi esistenti per rilevare potenziali spam e impedire che utenti inesperti cadano nelle mani malvagie di varie frodi. Questi meccanismi anti-spam sono sufficientemente istruiti per identificare i messaggi potenzialmente indesiderati in base a diversi trigger (reputazione dell'indirizzo IP del mittente, contenuto in lingua di spam, blacklist di fama mondiale, ecc.). Avere alcune lettere di posta elettronica classificate come spam dovrebbe spingere gli utenti a essere più attenti e meno affidabili riguardo al messaggio. Sfortunatamente, ci sono casi in cui lo spam non viene rilevato e viene consegnato direttamente nella tua Posta in arrivo. Un gran numero di abbonamenti alla newsletter accumulati per un uso prolungato può anche creare una marea di messaggi non necessari che offuscano la tua vista. Qualunque cosa sia, mostreremo come sbarazzarsi dello spam e-mail e rallentarne la frequenza. La guida di seguito fornirà consigli utili con linee guida per i servizi di posta elettronica più utilizzati al mondo come Gmail, Yahoo, Apple Mail e Microsoft Outlook.